POMPOSA (FE) – Con l’organizzazione di DBO e la collaborazione di FMI e del circuito ferrarese, si è corsa sulla pista di Pomposa la quinta prova degli Internazionali e Campionato Italiano Supermoto 2011.
E’ stato un leggero venticello a rendere più sopportabile il gran caldo di questo quinto e penultimo round del campionato motard nei 1.380 metri (di cui 180 di sky section) della pista romagnola dove ha vinto ancora il francese leader internazionale Thomas Chareyre (TM Racing) in virtù di due bellissime e combattute manche chiuse sempre davanti al fratello Adrien (Aprilia Fast Wheels ASD). Terzo posto sul podio per lo sloveno Uros Nastran (Honda TDS Faor) che ha fatto segnare la pole nelle qualifiche del sabato. Migliore degli italiani il bolognese ex tricolore Fabio Balducci (Ktm Team Miglio) dopo aver concluso le manche sesto e terzo.
Quinta posizione per il leader del campionato italiano S1 Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) che al terzo posto di avvio ha sommato un ottavo nella ripresa a causa di una brutta partenza che gli ha impedito di festeggiare il titolo anticipatamente per soli tre punti. Sesta piazza di giornata per Massimo Beltrami (Honda TDS Faor), quindi Christian Ravaglia (Suzuki Valenti Lux Performance), Elia Sammartin (Suzuki Racing Team Pergetti).

Nel campionato italiano Open le due manche finali sono state appannaggio rispettivamente dei marchigiani Massimiliano Porfiri (Honda Team Freccia) e Marco Animento (Honda Team Full Power), con il primo che ha fatto sua la classifica di giornata, mentre il toscano Alex Tognaccini (Ktm 747 Motorsport) con all’attivo un secondo e un sesto posto, continua a comandare in graduatoria.
Nella Coppa Italia si aggiudica la prova ferrarese Gian Marco Zanon (Honda Aneip Olos) in ragione di un secondo e un primo posto che gli hanno permesso di anticipare sul podio Mauro Cucchietti (Yamaha Drivers Cuneo) e Giulio Lorenzini (Honda Vitermotard). Quinta posizione assoluta per il leader del campionato Paolo Terraneo (Yamaha V2 Racing Magic Bike), dietro a Fabio Lavetti (Fantic).
Si continua con il Trofeo Junior che ha disputato a Pomposa la terza e ultima prova della stagione. Ha vinto il capoclassifica Edoardo Gente (Yamaha Ufo Frascati) con un secondo e un primo posto, sufficienti per la conquista dell’alloro, anticipando sul podio di giornata Mirko Gizzi (TM Birba Racing) e Fabrizio Rienzi (Honda Lucarini Racing) giunti nell’ordine.
Infine il Trofeo monomarca HM Honda con la doppia affermazione del leader in campionato Daniele Di Cicco su Jacopo Farneti e Giuseppe Fantini.
La sesta e ultima prova degli Internazionali d’Italia e Campionato Italiano Supermoto, è in programma per i prossimi 3 e 4 settembre a Castelletto di Branduzzo (PV).

S1 GARA-1: Scatta verso l’holeshot il francese Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels ASD) che si lascia dietro il fratello più giovane Thomas (TM Racing), il bolognese Fabio Balducci (Ktm Miglio), il pesarese Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), lo sloveno Uros Nastran (Honda TDS Faor). Poche tornate e Balducci perde qualche posizione per una scivolata mentre Thomas Chareyre si porta al comando della corsa restandovi sino alla fine della gara, che si è conclusa con un giro di anticipo a causa della rottura del motore e della conseguente perdita di olio della Honda di Teo Monticelli (Team Freccia), scia che è costata la caduta a Max Verderosa (HM Honda Racing) e Edgardo Borella (Suzuki Valenti Lux Performance), costringendo il direttore di gara a sventolare subito la bandiera rossa. Chiude così in terza posizione Lazzarini davanti a Nastran, al vicentino Elia Sammartin (Suzuki Racing Team Pergetti), Balducci, Massimo Beltrami (Honda TDS Faor), Christian Ravaglia (Suzuki Valenti Lux Performance), Monticelli, Fabrizio Bartolini (Yamaha V2 Racing Magic Bike).

S1 GARA-2: Il francese Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels ASD) non sbaglia di nuovo e si porta subito al comando dopo il via di questa seconda e conclusiva manche. Alle sue spalle subito il fratello Adrien, a sua volta seguito da Fabio Balducci (Ktm Team Miglio), Uros Nastran (Honda TDS Faor), Teo Monticelli (Honda Freccia Team), Massimo Beltrami (Honda TDS Faor), Christian Ravaglia (Suzuki Valenti Lux Performance), Fabrizio Bartolini (Yamaha V2 Racing Magic Bike), Elia Sammartin (Suzuki Team Pergetti). La contesa per la testa del gruppo diventa subito un affare di famiglia e tra i due fratelli si alimenta uno spettacolare duello che finisce solo al settimo giro, quando Thomas dopo alcuni attacchi riesce a superare Adrien e portarsi in testa spedito verso la vittoria, che si aggiudica al quindicesimo passaggio. Alle spalle del vincitore e leader internazionale chiude un sempre più progressivo Adrien, quindi il positivo pilota bolognese Fabio Balducci in sella alla Ktm del Team Miglio, e ancora lo sloveno autore della pole del sabato Uros Nastran, i poliziotti Massimo Beltrami e Christian Ravaglia, Andrea Occhini che nella manche inaugurale ha dovuto fare i conti con un problema tecnico, il leader del campionato italiano Ivan Lazzarini, Alexis Marie Luce (747 Motorsport) ed Elia Sammartin.

CLASSIFICHE
S1 GARA-1: 1. Thomas Chareyre (TM Factory FRA) 13 giri in 15’39.955 e giro più veloce in 1’11.323; 2. A. Chareyre (Aprilia Fast Wheels ASD FRA); 3. I. Lazzarini (HM Honda Racing ITA).
S1 GARA-2: 1. Thomas Chareyre (TM Factory Racing FRA) 15 giri in 18’03.021 e giro + veloce in 01’11.164; 2. Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels ASD FRA); 3. Fabio Balducci (Ktm Team Miglio).
S1 ASSOLUTA: 1. Thomas Chareyre (TM Factory FRA) punti 50; 2. Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels ASD FRA) 44; 3. Uros Nastran (Honda TDS Faor SLO) 36.
S1 GRADUATORIA CAMPIONATO ITALIANO: 1. Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) punti 180; 2. Massimo Beltrami (Honda TDS Faor) 132; 3. Christian Ravaglia (Suzuki Valenti Lux Performance) 113.
S1 GRADUATORIA INTERNAZIONALI D’ITALIA: 1. Thomas Chareyre (TM Factory Racing FRA) punti 226; 2. Ivan Lazzarini (HM Honda Racing ITA) 180; 3. Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels ASD FRA) 179.
OPEN ASSOLUTA: 1. Massimiliano Porfiri (Honda Team Freccia) punti 43; 2. Marco Animento (Honda Full Power) 41; 3. Andrea Moschini (Kawasaki Ignorant Racing).
OPEN GRADUATORIA: 1. Alessandro Tognaccini (Ktm 747 Motorsport) punti 199; 2. Massimiliano Porfiri (Honda Team Freccia) 195; 3. Marco Animento (Honda Full Power) 190.
COPPA ITALIA ASSOLUTA: 1. Gian Marco Zanon (Honda) punti 460; 2. Mauro Cucchietti (Yamaha) 460; 3. Giulio Lorenzini (Honda) 244.
COPPA ITALIA GRADUATORIA: 1. Paolo Terraneo punti 1.603; 2. Paolo Salmaso 1.530; 3. Luca Brambilla 1.515.
TROFEO JUNIOR ASSOLUTA: 1. Edoardo Gente (Yamaha) punti 47; 2. Mirko Gizzi (TM) 47; 3. Fabrizio Rienzi (Honda) 40.
TROFEO JUNIOR GRADUATORIA: 1. Edoardo Gente punti 134; 2. Fabrizio Rienzi 114; 3. Mirko Gizzi 110.
TROFEO HONDA ASSOLUTA: 1. Daniele Di Cicco punti 200; 2. Jacopo Farneti 158; 3. Giuseppe Fantini 152; 4. Gabriele Muzi 148; 5. Andrea Lupini 134.
TROFEO HONDA GRADUATORIA: 1. Daniele Di Cicco punti 980; 2. Bryan Ciarlatini 714; 3. Giuseppe Fantini 686.

Classifiche complete disponibili sul sito ufficiale: www.italianosupermoto.it

20110718-075852.jpg

20110718-075900.jpg

20110718-075907.jpg

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata