Dopo la prova di Loket di quest’ultimo weekend, mancano ora due soli Gran Premi prima dell’evento italiano più importante per il motociclismo fuoristrada che si correrà l’11 e 12 settembre sul Circuito Monterosato di Fermo e chiuderà la stagione iridata.

FERMO – Tappa di avvicinamento per il mondiale motocross che ha consumato a Loket, con il Gran Premio della Repubblica Ceca, la dodicesima delle quindici prove previste, con l’ultimo round in programma l’11 e 12 settembre sul rinnovato circuito Monterosato di Fermo con l’attesissimo GP d’Italia.
A Loket, con una bella giornata di sole dopo la pioggia che aveva condizionato le qualifiche della vigilia, il fortissimo pilota siciliano Antonio Cairoli ha trionfato bissando così il successo di una settimana prima nel Gran Premio del Limburgo.
In Cecoslovacchia l’alfiere della Ktm ha colto il suo sesto successo stagionale, incrementa ulteriormente il suo ottimo vantaggio in classifica mettendo un altro tassello importante per la conquista del titolo mondiale della classe regina MX1, vantando ora un vantaggio di ben 88 punti sul pilota belga Clement Desalle, dominatore delle qualifiche del sabato.
Cairoli ha chiuso la manche inaugurale al secondo posto dietro all’estone Tanel Leok e a due lunghezze dall’ex iridato toscano David Philippaerts (Yamaha). Nella ripresa Tony Cairoli è nuovamente scattato al comando rimanendovi sino alla fine della corsa, anticipando sul traguardo Desalle (Suzuki), Ramon (Suzuki), Nagl (KTM) e Leok (Honda). Nono posto in questa frazione per Philippaerts che termina la trasferta in settima posizione mantenendosi terzo in graduatoria. Ventunesimo assoluto Matteo Bonini (Yamaha) e trentunesimo Davide Guarneri (Honda).

Il transalpino Marvin Musquin (Ktm) si aggiudica la prova della classe MX2, con un secondo posto e una vittoria, davanti al vincitore della frazione inaugurale il tedesco Ken Roczen (Suzuki) e il francese Paulin Gautier (Yamaha). Gli altri italiani hanno terminato così la prova di Loket: 14. Alessandro Lupino (Yamaha), 28. Alessandro Battig (Honda), 29. Giacomo Del Segato (Suzuki), 34. Rudi Moroni (Yamaha).

CLASSIFICHE
MX1 Overall top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA-KTM) 47 points; 2. Clement Desalle (BEL-Suzuki) 42; 3. Tanel Leok (EST-Honda) 41; 4. Steve Ramon (BEL-Suzuki) 35; 5. Maximilian Nagl (GER-KTM) 34; 6. David Philippaerts (ITA -Yamaha) 30; 7. Evgeny Bobryshev (RUS-Honda) 26; 8. Rui Goncalves (POR-KTM) 24; 9. Kevin Strijbos (BEL-Suzuki) 20; 10. Joshua Coppins (NZL-Aprilia) 19.

MX1 Championship top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA-KTM) 531 points; 2. Clement Desalle (BEL-Suzuki) 447; 3. David Philippaerts (ITA-Yamaha) 394; 4. Maximilian Nagl (GER-KTM) 382; 5. Steve Ramon (BEL-Suzuki) 376; 6. Ken de Dycker (BEL-Yamaha) 309; 7. Tanel Leok (EST-Honda) 290; 8. Xavier Boog (FRA-Kawasaki) 276; 9. Evgeny Bobryshev (RUS-Honda) 270; 10. Davide Guarneri (ITA-Honda) 213.

MX2 Overall top ten: 1. Marvin Musquin (FRA-KTM) 47 points; 2. Ken Roczen (GER-Suzuki) 47; 3. Gautier Paulin (FRA-Yamaha) 35; 4. Jeremy van Horebeek (BEL-Kawasaki) 34; 5. Shaun Simpson (GBR-KTM) 31; 6. Arnaud Tonus (SUI-Suzuki) 27; 7. Steven Frossard (FRA-Kawasaki) 25; 8. Joel Roelants (BEL-KTM) 24; 9. Zach Osborne (USA-Yamaha) 23; 10. Harri Kullas (FIN-Yamaha) 21.

MX2 Championship top ten: 1. Marvin Musquin (FRA-KTM) 527 points; 2. Ken Roczen (GER-Suzuki) 449; 3. Steven Frossard (FRA-Kawasaki) 404; 4. Jeffrey Herlings (NED-KTM) 391; 5. Shaun Simpson (GBR-KTM) 329; 6. Zach Osborne (USA-Yamaha) 313; 7. Jeremy van Horebeek (BEL-Kawasaki) 302; 8. Joel Roelants (BEL-KTM) 298; 9. Arnaud Tonus (SUI-Suzuki) 293; 10. Harri Kullas (FIN-Yamaha) 254.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata