Qualche giorno fa abbiamo incontrato Alessandro Barbero, in occasione dell’Urban Sport Village di Roma dove Alessandro ha presenziato come testimonial d’eccezione nel week end di apertura con un paio di demo davvero emozionanti. Sempre con le cuffie nelle orecchie per gasare i trick migliori, tra una run e l’altra abbiamo colto l’occasione per fargli una breve intervista per conoscere meglio il nostro portabandiera della bmx in tutto il mondo!

Ciao Ale, sembri non stancarti mai, sei sempre in giro tra demo, gare ed allenamenti, ma quando ti riposi?

Mai
Però mi stanco molto, è un po’ il lato brutto del Pro ma se vuoi ottenere il massimo devi sbatterti al massimo. È difficile riuscire ad organizzare tutto in tempo, la cosa più stressante e quando torno a casa, il tempo di cambiare la valigia, e il giorno dopo si riparte…

Questa stagione sei partito veramente a cannone, il nuovo trick (the italian job), la vittoria a Montpellier in street, quali sono gli obbiettivi e quali i sogni per il resto dell’anno?

Grazie, ho lavorato duro su tanti aspetti… Montpellier sicuramente era uno dei contest più importanti che volevo assolutamente vincere e che mi mancava! Poi ci sono i Dew Tour, ormai è l’ultima meta e voglio fare del mio meglio ma soprattutto voglio girare come so fare senza avere nessun dubbio. Saranno i giudici a giudicare… è la gara più importante del mondo!

Cosa ne pensi di questa manifestazione e comunque delle demo in generale, magari non tutte al top con le strutture ma scuramente in grado di coinvolgere un pubblico ampio ed eterogeneo?

Dipende sempre in che contesto sei! Avvicinare le famigli agli actions sport sicuramente è una bella mossa per far capire che sono Sport come gli altri e che si dovrebbero praticare seguendo certi standard! Si le strutture in Italia è sempre la nota dolente…

E della città di Roma invece? Pensi si addica bene alla pratica della bmx, ci sono spot che meritano?

Chiaro secondo me Roma ha un potenziale non indifferente, a partire dal clima fino ad arrivare al fatto che è una delle città più belle del mondo. Ci vorrebbe solo un buon investimento per fare un po’ di park seri, lo street non manca sarebbe bello combinare le due cose.

Gli action sport in generale sembrano aver raggiunto un livello molto alto ed impensabile fino a qualche anno fa, vale lo stesso per la bmx? E se si, saranno i parametri di sicurezza a porre dei limiti allo sviluppo di questo sport?

Chiaro la Bmx come tutti gli altri actios sport negli anni ha subito un evoluzione mostruosa. Ora l’unica cosa per riuscire ad evolvere sono le strutture. Bisogna cambiare tutto quello che è la park course con roba più selettiva e più grande…

Sei Atleta Skullcandy ormai da diversi anni. Quali sono i modelli di cuffie a cui sei più legato e che usi di più sia in bici e quelle che invece utilizzi quando ti rilassi?

Ok, io giro con le Chopper per comodità, stanno belle incollate alle orecchie così non ti devi preoccupare… Poi uso le Skull Crusher per rilassarmi, sono il meglio con quel suv ti permette di goderti il sound a 360 come deve essere.

Cosa ne pensi dell’avvicinamento fra Skullcandy ed il mondo della mountain bike attraverso il circuito Super Enduro? Sappiamo della tua demo a Priero durante una tappa del SuperEnduro, che tipo di risposta c’è stata? Pensi di aver catturato l’attenzione di qualche cugino dalle ruote da 26?

Bhe ho ricevuto numerose e-mail a riguardo e credo di aver ispirato un sacco di gente. Non me ne intendo molto di 26 è un mondo molto complicato come le bici di perse, io vado easy con la mia BMX non devo stare a pensare al set up o a cose del genere!

Grazie mille Alessandro per la disponibilità ed in bocca al lupo per i prossimi appuntamenti! Vuoi ringraziare e salutare qualcuno?

Tutta la gente che mi trasmette energia positiva e ha fiducia in quello che faccio…
Grazie

Ecco il filmato realizzato da Fabio di HoodBmx che racchiude le run di Alessando all’Urban Sport Village di Roma! Spessore!!

Testo e foto by Rockinthemiddle.com

[nggallery id=28]

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata