Dal 2013 tre nuove città si aggiungeranno a Los Angeles, Aspen e Tignes per ospitare gli X Games.

Dal 2013 gli X Games, organizzati da ESPN, leader mondiale nel campo delle trasmissioni sportive, faranno tappa anche a Foz do Iguaçu (Brasile), Monaco (Germania) e Barcellona (Spagna). Queste città si aggiungeranno ad Aspen (Colorado, Usa) e Tignes (Francia) in un’ottica di espansione degli X Games su scala mondiale. ESPN ribadisce così la volontà di investire importanti risorse nella diffusione degli sport estremi al di fuori dei confini nazionali. Oggi gli X Games non sono più una semplice kermesse sportiva, ma un evento che incide sempre più profondamente sullo stile di vita e la cultura giovanile.

ESPN ha selezionato le città ospitanti attraverso un’asta pubblica indetta dal maggio 2011.

A partire da oggi, i comitati organizzatori delle tre nuove città collaboreranno con ESPN per ospitare nei prossimi tre anni lo spettacolo degli X Games. Dal 2013 saliranno così a sei gli eventi organizzati da ESPN: quattro dei quali saranno estivi, due invernali.

«ESPN, che organizza gli X Games da ormai due decenni, non vede l’ora di proiettarsi nel futuro per affrontare questa nuova sfida» ha detto John Skipper, presidente di ESPN e Co-Chair Disney Media Networks. «Abbiamo posto particolare attenzione all’espansione degli X Games perché conosciamo l’appeal che esercitano gli sport estremi su tutti gli appassionati del mondo».

Travis Pastrana, leggenda vivente degli sport motoristici, vincitore di ben 17 medaglie agli X Games, sposa la decisione di ESPN di espandere gli X Games a livello globale: «ESPN sta dando concretamente a tutti gli atleti la possibilità di inseguire i loro sogni. Gli X Games sono l’evento più importante e suggestivo che sia mai stato organizzato per promuovere gli sport estremi» ha dichiarato Pastrana. «La decisione di allargare i confini degli X Games è stupenda, sicuramente permetterà al nostro movimento di crescere ulteriormente».

Ecco il calendario degli X Games nel 2013:

Aspen (Colorado, USA)             dal 24 al 27 gennaio

Tignes (Francia)                       dal 20 al 22 marzo

Foz do Iguaçu (Brasile)             dal 18 al 21 aprile

Barcellona (Spagna)                          dal 9 al 12 maggio

Monaco (Germania)                           dal 27 al 30 giugno

Los Angeles (California, USA)    dall’1 al 4 agosto

 Sul sito www.xgames.com è possibile vedere e scaricare i video delle passate edizioni

 Il sito ufficiale degli X Games è invece il seguente: www.xgames.com

 Aggiornamenti anche su Twitter alla pagina Twitter.com/espnxgames

 

Pillole su ESPN

Con base a Bristol, nel Connecticut, è leader mondiale nel campo dello sport entertainment con un portfolio che comprende più di 50 attività multimediali nel settore sport. ESPN è proprietà all’80% di ABC, Inc, che fa parte di The Walt Disney Company. La Hearst Corporation detiene una quota del 20% in ESPN.

ESPN International è proprietaria – in tutto o in parte – di 34 network televisivi al di fuori degli Stati Uniti, oltre a figurare in altre aree di business, che permettono a ESPN di raggiungere i telespettatori in 194 Paesi. In Europa, ESPN oggi è presente con un portfolio di televisioni e siti internet che includono ESPN Classic, ESPN America, ESPNsoccernet, Cricinfo, Scrum.com, ESPN360 and Racing-live.com.

ESPN Classic Sport possiede oggi 5 reti (UK, Francia, Italia e nel circuito paneuropeo), è disponibile in più di 40 Paesi. ESPN America detiene i diritti di trasmissione di NFL, NHL, MLB e del Football e del Basketball NCAA in tutta Europa, ed è visibile in 43 Paesi. Soccernet è il sito di riferimento per tutti gli appassionati di calcio; le versioni francese, tedesca, spagnola, italiana del sito sono state lanciate nel maggio 2007. ESPN ha invece acquisito cricinfo.com – sito di riferimento per gli appassionati di cricket – e scrum.com – sito di riferimento per gli appassionati di rugby – nell’estate del 2007. ESPN360.com – Il portale Internet con contenuti per la banda larga – è stato invece lanciato in Europa nel gennaio del 2008. Nell’agosto dello stesso anno, ESPN ha acquisito il sito di motori più importante al mondo, Racing-Live.com.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata